Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookies modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.

Accetto
Indietro

A Pisa l’Internet Festival #Reset

Resettare per riprogrammare e ripartire.

#Reset è la parola chiave dell’Internet Festival che torna a Pisa dall’8 ottobre con quattro giorni di incontri, laboratori, seminari e presentazioni.
Un evento aperto a esperti e appassionati, chiamati a dare il loro contributo per capire com’è cambiato il mondo digitale con la pandemia e quali sono gli scenari futuri che ci attendono.
Temi irrinunciabili saranno anche lo smart working e la didattica a distanza, con tutti i problemi che si sono delineati in questi mesi.

Il Festival è il principale appuntamento in Italia sul tema dell’innovazione e si lega alla città di Pisa per la sua tradizione di ricerca umanistica e scientifica.
Un evento accessibile per chiunque che ha come scenario alcuni dei luoghi più prestigiosi della città, e che proseguirà fino a dicembre con incontri ed iniziative in streaming.

Quattro giorni densi di scambi e confronti, cui unire l’occasione per conoscere Pisa, le sue leggende e l’arte raffinata dei suoi monumenti.
Non solo un museo a cielo aperto, ma una città contemporanea, innovativa, con un grande fermento culturale.

Una città da cui ripartire.

Mentre sei in città per il Festival, puoi approfittarne per visitare alcuni luoghi del Patrimonio Mondiale Unesco della Toscana. Dai uno sguardo ai nostri itinerari insoliti:

Arte e scienza da Firenze alla Val d’Orcia

Nicola e Giovanni Pisano tra Firenze, Pisa e Siena

Benozzo Gozzoli tra Gotico e Rinascimento in Toscana

Pisa Internet Festival

Website dell'evento:
http://www.internetfestival.it

 

  • Progetto finanziato a valere sui fondi Legge n. 77 del 20 febbraio 2006 “Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella “lista del patrimonio mondiale”, posti sotto la tutela dell’UNESCO”