Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookies modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.

Accetto

Benozzo Gozzoli tra Gotico e Rinascimento in Toscana

È nel 1400 che vengono poste le basi di un nuovo modo di esprimersi. Attraverso l’arte si completa il legame tra il passato tardogotico e il desiderio di rinnovamento che porterà al Rinascimento e alla bellezza delle armonie. Un ponte tra il Medioevo e l’inizio dell’età moderna che tramite Benozzo Gozzoli verrà così ben rappresentato nella Cappella dei Magi in Palazzo Medici-Riccardi

Il racconto del viaggio dei Magi quale espressione celebrativa della potenza medicea durante il Concilio di riunificazione tra la chiesa di Oriente e la chiesa di Occidente, tenutosi a Firenze nel 1439, che fece da testimone alla ri-scoperta dei testi dell’antica Grecia. Molti personaggi illustri che avevano partecipato al Concilio sono raffigurati in questa sfilata.

Cappella dei Magi, affresco di Benozzo Gozzoli con Il corteo guidato da Lorenzo il Magnifico
Benozzo Gozzoli, "La cavalcata dei Magi", Firenze, Palazzo Medici-Riccardi

Benozzo Gozzoli rappresenterà la sua Arte in tutta la Toscana: a San Gimignano con il linguaggio di comunicazione espressiva che possiamo vedere nella Madonna in trono col Bambino e gli angeli, e i santi San Giovanni Battista, Maria Maddalena, Agostino e Marta al Museo Civico, o nel ciclo di affreschi per la chiesa di Sant'Agostino , che ben incarna la religiosità del luogo; a Pisa sulle pareti del Camposanto  con ventisei episodi tratti dal Vecchio e Nuovo Testamento; a Volterra nel Duomo con la Cavalcata dei Magi; a Castelfiorentino con il maestoso affresco del Tabernacolo della Madonna della Tosse e del Tabernacolo della Visitazione, oggi conservati con le sinopie presso il Museo BeGo .

Sinopia di Benozzo Gozzoli
Benozzo Gozzoli, "La regina di Saba davanti a Salomone", dettaglio. Museo delle sinopie, Pisa

È il periodo che la scuola fiorentina si afferma sulla scuola senese, il prospettivismo di Masaccio rivoluziona l’arte e il Gozzoli è l’interprete che ne manifesta pittoricamente il significato.

Nel 2020 si celebra l’anniversario dei 600 anni dalla nascita di questo grande maestro.

  • Progetto finanziato a valere sui fondi Legge n. 77 del 20 febbraio 2006 “Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella “lista del patrimonio mondiale”, posti sotto la tutela dell’UNESCO”