Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookies modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.

Accetto

Casa natale di Galileo Galilei

Ci sono voluti secoli per identificare la casa natale di Galileo Galilei a Pisa, e il mistero è stato svelato recentemente. Galileo nacque a Pisa il 15 febbraio del 1564 da Vincenzo Galileo e Giulia Ammannati. Come risulta dagli annali battesimali conservati nel Duomo di Pisa , Galileo fu battezzato nella Cappella di Sant’Andrea. Il caso però volle che a Pisa le cappelle dedicate a Sant’Andrea fossero più di una. Pensando che il padre di Galileo fosse un militare, nel 1864, in occasione del terzo centenario della nascita del grande scienziato, vicino alla Cappella della Fortezza fu apposta una lapide commemorativa che oggi è andata dispersa.

Agli inizi del 1900 alcuni studiosi scoprirono che il padre di Galileo, Vincenzo, era un musicista e dava lezioni di musica nella propria casa, presa in affitto dalla famiglia Bocca. Anche in questo caso fu apposta una lapide, nel terzo centenario della morte, all’angolo tra Borgo Largo e via Mercanti. Ma il mistero non era ancora stato svelato: lo studioso professor Giorgio di Guerra identificò la casa dei nonni di Galileo Galilei, casa Ammannati, vicino alla parrocchia di San Andrea Fuori Porta. Finalmente il mistero era risolto, e venne apposta una lapide per riconoscere con certezza la casa natale del grande scienziato, che si trova in via Giuseppe Giusti al numero civico 24.

  • Progetto finanziato a valere sui fondi Legge n. 77 del 20 febbraio 2006 “Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella “lista del patrimonio mondiale”, posti sotto la tutela dell’UNESCO”