Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookies modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.

Accetto

Fortezza Medicea

Nel 1555 con la conquista di Siena da parte dei fiorentini venne deciso di costruire una nuova fortezza  moderna, conosciuta come Forte di Santa Barbara, in quanto la città era poco protetta da lato nord. Il luogo prescelto era lo stesso dove Carlo V, re di Spagna aveva fatto edificare un forte chiamato “Cittadella”. 
Cosimo I affidò i lavori all’architetto Baldassarre Lanci che nel 1563 completò l’edificazione. La costruzione fu eretta di forma quadrangolare, con quattro imponenti bastioni pentagonali conosciuti come San FIlippo, San Domenico, San Francesco e la Madonna. Sui bastioni rivolti a nord, a est e ad ovest spicca lo stemma mediceo in travertino sovrastato da una testa di leone, sul lato sud è rimasta la sola testa di leone. 

La Fortezza Medicea senese fu smilitarizzata solo sul finire del XVIII secolo dal Granduca Pietro Leopoldo, e in quel momento lo spiazzo antistante dove si svolgevano le esercitazioni militari, chiamato la Lizza, divenne un giardino pubblico ad uso dei cittadini. Nel 1937 la Fortezza, che era rimasta all’interno una caserma militare, fu sostituita da un ampio giardino. Oggi è un luogo per ospitare mostre, concerti ed eventi culturali, sede dell’Associazione Siena Jazz, la quale rende il luogo molto suggestivo con i concerti eseguiti da importanti interpreti nazionali ed internazionali.

Scatti da Instagram

  • Progetto finanziato a valere sui fondi Legge n. 77 del 20 febbraio 2006 “Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella “lista del patrimonio mondiale”, posti sotto la tutela dell’UNESCO”