Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookies modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.

Accetto

Palazzo Piccolomini

Pienza è la città dove nacque Enea Silvio Piccolomini nel 1405. Enea, studioso ed intellettuale, ad appena un anno dalla sua nomina a Papa come Pio II iniziò a realizzare il suo grandioso progetto per costruire una città ideale per l’uomo. Palazzo Piccolomini, progettato da Bernardo Rossellino, si ispira al Palazzo Rucellai di Firenze e si integra in modo perfettamente armonico con le misure della Piazza Pio II , su cui si affaccia.

A pianta quadrata, il palazzo ha tre piani, i cui due superiori sono caratterizzati da bifore intervallate da sottili colonnine. Il grande portone si apre su un cortile quadrato, circondato da un portico progettato per dare riparo dal caldo e dal freddo eccessivo, e creare un clima di equilibrio in tutto il palazzo. Ogni singolo elemento è curato nei dettagli dell’armonia e della funzionalità. Il primo piano del palazzo è adibito a museo: la Sala degli Antenati custodisce un ritratto di Papa Piccolomini, la camera da letto di Pio II della fine del XVI secolo e una meravigliosa biblioteca che conserva incunaboli, libri rari, bolle e documenti del 1400.

Scatti da Instagram

  • Progetto finanziato a valere sui fondi Legge n. 77 del 20 febbraio 2006 “Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella “lista del patrimonio mondiale”, posti sotto la tutela dell’UNESCO”