Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookies modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.

Accetto

Torri dei Salvucci

Le torri dei Salvucci sono due torri gemelle di San Gimignano, situate in piazza delle Erbe a fianco della piazza del Duomo. Appartenute alla più importante famiglia guelfa della città, le torri Salvucci furono edificate in modo imponente: non si badò a spese, in quanto la famiglia si era arricchita con la mercatura e l’usura. Le torri erano il mezzo per simboleggiare la supremazia familiare sulla città. I Salvucci erano nemici degli Ardinghelli, famiglia ghibellina che aveva fatto costruire due torri gemelle a imitazione di quelle dei Salvucci dalla parte opposta della piazza.
Le torri sfioravano quasi cinquantadue metri di altezza. Per volere delle autorità del borgo, furono però abbassate e oggi risultano alte la metà. Hanno base quadrata e al piano terra si trovano stretti portoni, sormontati da architravi.

Scatti da Instagram

  • Progetto finanziato a valere sui fondi Legge n. 77 del 20 febbraio 2006 “Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella “lista del patrimonio mondiale”, posti sotto la tutela dell’UNESCO”