Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookies modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.

Accetto

Villa medicea del Trebbio

La villa fu costruita su un antico percorso etrusco-romano, e nel 1364 divenne il castello del Trebbio. La fortezza aveva una cinta fortificata con un camminamento esterno che univa la torre con due fabbricati vicini. Fu l’architetto Michelozzo a trasformare e realizzare la villa-castello per Giovanni di Bicci dei Medici e il figlio Cosimo il Vecchio.
A metà del 1400 la villa del Trebbio venne destinata al nipote di Cosimo, Pier Francesco dei Medici, e successivamente fu ereditata dal nipote di Pier Francesco, Giovanni dalle Bande Nere, figlio di Caterina Sforza, il quale vi si trasferì insieme alla moglie Maria Salviati e al figlio Cosimo, destinato nel 1537 a divenire Duca di Firenze e successivamente primo Granduca.

Nel 1644 il Granduca Ferdinando II vendette la fattoria al mercante fiorentino Giuliano Serragli, che la lasciò poi in eredità ai Padri Filippini. Nel 1865, con la decisione del Governo Italiano di sopprimere gli ordini religiosi, i Padri Filippini intestarono il castello e i poderi ad Oreste Codibò, un laico amministratore di loro fiducia. Purtroppo alla sua morte il nipote Leopoldo si appropriò del complesso e lasciò la proprietà in uno stato di abbandono. Nel 1886 gli eredi vendettero all’asta il Trebbio, che fu acquistato da Maria Teresa de La Rochefoucauld, vedova del principe Marco Antonio Borghese, già proprietario della vicina villa di Cafaggiolo .
Tutto il complesso delle fattorie di Cafaggiolo e del Trebbio fu rivenduto all’asta nel 1936 e acquistato dal dott. Enrico Scaretti, che in meno di un anno fece restaurare il castello del Trebbio, salvandolo dalla rovina e recuperandone l’originario impianto quattrocentesco.

Per informazioni: Ville e giardini medicei - Villa medicea del Trebbio

Scatti da Instagram

  • Progetto finanziato a valere sui fondi Legge n. 77 del 20 febbraio 2006 “Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella “lista del patrimonio mondiale”, posti sotto la tutela dell’UNESCO”